Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Argomenti di cui parlo spesso

Dove ho parlato di: derrick

Derrick è stato una SS ma è sbagliato condannarlo per questo

derrick

Siamo testimoni della storia e, come diceva Derrick in una puntata del telefilm:

Un testimone non deve mai esprimere opinioni; deve solamente dire quello che sa

Con questa mentalità, viene data la notizia di un inedito Horst Tappert - il famoso ispettore Stephan Derrick - arruolato nelle SS nel 1943 quando aveva vent'anni. La notizia viene riportata rimarcando il silenzio di Tappert su questo segreto del suo passato, segreto mantenuto fino alla morte.

Dettagli: 27/04/2013 · 2350 view · Commenti · Leggi tutto

La Rai sospende Derrick, sul Nazismo una damnatio memoriae con due pesi e due misure

derrick-censored

Dopo la notizia del giovane Horst Tappert - il celebre ispettore Derrick della tv - negli elenchi delle SS, anche la RAI sospende la programmazione del telefilm, come hanno già fatto l'emittente olandese MAX e la tedesca ZDF. La sospensione, si legge, è in segno di rispetto per le vittime del Nazismo.

La decisione, a parer mio, è una stronzata!

Dettagli: 05/05/2013 · 2979 view · Commenti · Leggi tutto

Perché dico che Derrick è attuale

211-1 (40K)

La serie dell'Ispettore Derrick è stata la risposta tedesca ai polizieschi americani degli anni Settanta e Ottanta, ma da quelli non ha copiato niente. La narrazione dei fatti ha un tema diverso ed oggi, più di allora, è attuale.

Dettagli: 18/07/2014 · 1528 view · Commenti · Leggi tutto

About me

Sono Antonio Picco. Ogni tanto pubblico qualcosa qui, non più tanto spesso, ma mai per caso. Lo faccio dal marzo del 2003.
Da allora, ho mantenuto lo stesso approccio al Web, nonostante gli effetti nocivi che la società ha riversato sulla Rete in modo entusiastico e incontrollato.
Pubblico delle narrazioni e non delle confessioni, come invece ci chiedono di fare i social network.
Scrivo soprattutto per commentare le dinamiche del Web e dei social network, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari e il desiderio obbligatorio di spettacolarizzazione dell'osceno che deve piacere anche a te, se già piace a tutti gli altri.