Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Quando è solo il caldo estivo a fare notizia

Quando è solo il caldo estivo a fare notizia

589 (139K)

Quanto ci piace parlare del tempo, inteso come meteo.

L'estate più calda di sempre

Ritengo sia più corretto dire più calda di tutti i tempi anziché più calda di sempre, espressione ripresa dall'inglese the hottest ever. Ad ogni modo, il caldo fa sempre notizia e tutte le volte in modo categorico, esplosivo, indiscutibile. Il caldo batte il suo stesso record. Quando non bastano i gradi rilevati dal termometro, sono i gradi percepiti a far ribollire il sangue nelle vene.

Una rapida ricerca su Google ed ecco alcune testimonianze della calda estate del 1983 con tanto di mappa meteorologica del 28 luglio 1983. In Friuli quell'estate si concludeva con nubifragi e disastri, tanto che la Regione con la Legge regionale 3 settembre 1984, n. 48 disponeva interventi straordinari per il riassetto del territorio montano colpito dal nubifragio del 10 - 11 settembre 1983.

Abbiamo superato l'ondata di calore dell'estate del 1998, quando tutti parlavano del Niño. Come non dimenticare l'estate del 2003, terminata in Friuli alla fine di agosto con l'alluvione in Valcanale.

Da quei primi anni 2000 in poi è stato un susseguirsi di estati calde, sempre da record, e di eventi estremi.

La grandinata del 29 giugno 2005 nel Nord-Est

Ricordo molto bene quel pomeriggio del 29 giugno 2005. Una violenta grandinata coglieva di sorpresa molte persone, distruggeva colture, automobili, lucernari, pannelli fotovoltaici e molto altro. Le dimensioni dei chicchi di grandine erano ragguardevoli, grandi come palle da golf e di forma discoidale. I concessionari contavano danni ingenti alle automobili lasciate all'aperto.

Anche la mia automobile era rimasta segnata dalla grandine.

Qual è la differenza?

Nei primissimi anni 2000 cominciava a diffondersi una delle più terribili piaghe del XXI secolo, cioè il telefonino con la fotocamera. La grandinata del 29 giugno 2005 faceva i primi feriti proprio tra i fortunati possessori di telefonini con fotocamera, usciti all'aperto per riprendere le immagini della tempesta.

Giacomo Leopardi

Anche il poeta dell'"Infinito" ha dedicato qualche parola al tempo meteorologico e ai cambiamenti climatici. Lo scritto compare nei Pensieri (prima pubblicazione postuma nel 1845).

Leopardi ragionava sul perché i vecchi fossero soliti rimpiangere i tempi in cui si stava meglio anche se si stava peggio; lo fa riprendendo gli scritti di altri due autori. Si lamentavano non del caldo più caldo di sempre - come facciamo noi oggi - ma del freddo più freddo di sempre. Ovviamente non usavano questa espressione.

Il catastrofismo non è un'invenzione recente e già prima che Leopardi annegasse il suo pensiero nell'infinito, qualcuno predicava un'imminente fine dei tempi. Leopardi, invece, guardava oltre la siepe e commentava così (da Pensieri, XXXIX):

L’Italia sarebbe più fredda oramai che la Groenlandia, se da quell’anno a questo, fosse venuta continuamente raffreddandosi a quella proporzione che si raccontava allora.

Gli oltranzisti del cambiamento climatico

Parlo di oltranzisti perché, secondo me, oltranzista è il contrario di negazionista.

Tra i tanti opinionisti in TV riconosco l'oltranzista perché inizia sempre con la recita del suo Credo e così professa la sua fede. Le mie sono parole forse un po' esagerate, ma attenzione: non critico l'indagine scientifica, bensì l'atteggiamento religioso di alcuni divulgatori, giornalisti, opinionisti e altri.

Chi contesta la causa antropica del surriscaldamento globale è accusato di eresia ed è chiamato eretico anche il prof. Franco Prodi, invitato a un confronto televisivo su La7.

Gli attivisti di Just Stop Oil si accovacciano a terra e bloccano il traffico nelle strade, imbrattano monumenti e opere d'arte, interrompono manifestazioni sportive. Il loro scopo è catturare l'attenzione con gesti estremi e indirizzare il dibattito pubblico sui loro argomenti.

In Italia si fanno chiamare Ultima generazione. Diffondono messaggi apocalittici su ultima-generazione.com come, per esempio, questa:

Ci sono troppe emissioni, stiamo correndo verso la sesta estinzione di massa.

La cattiva comunicazione

Anche lo scorso anno le temperature erano estive in questo periodo ma c'era la crisi di governo che portava alle dimissioni di Draghi e alle elezioni di settembre. Non si parlava del diametro dei chicchi di grandine ma delle alleanze, dopo che per due anni interi si è parlato solo di COVID.

Dettagli: 23/07/2023 · 192 view

About me

Sono Antonio Picco. Ogni tanto pubblico qualcosa qui, non più tanto spesso, ma mai per caso. Lo faccio dal marzo del 2003.
Da allora, ho mantenuto lo stesso approccio al Web, nonostante gli effetti nocivi che la società ha riversato sulla Rete in modo entusiastico e incontrollato.
Scrivo soprattutto per commentare le dinamiche del Web e dei social network, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari e il desiderio obbligatorio di spettacolarizzazione dell'osceno che deve piacere anche a te, se già piace a tutti gli altri.