Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Blog > Quando chi chiede l'elemosina specifica di essere italiano

Quando chi chiede l'elemosina specifica di essere italiano

elemosina-italiano (29K)

Gli stranieri al supermercato, le nomadi col bambino al collo, gli artisti di strada e italiani disperati ti chiedono una moneta e non sai se fidarti o meno.

Mendicità

C'è sempre un ragazzo di colore alle porte dei supermercati in attesa di ricevere qualche moneta, o pronto a riportare il carrello nel box al posto tuo in cambio della moneta inserita nel lucchetto. Altre volte al supermercato capita di essere fermati da donne nomadi, con o senza bambino al collo, sempre per la richiesta insistente di denaro.

Quando ero un bambino - parlo degli anni Ottanta - c'erano molti meno supermercati di oggi e avevo visto i mendicanti solo in prossimità della stazione della più grande città vicina. Si trattava di uomini anziani, stranieri.

Fino al 1999 chi chiedeva l'elemosina per strada rischiava l'arresto e l'art. 670 del Codice Penale prevedeva una pena maggiore se il mendicante chiedeva soldi in modo ripugnante, vessatorio, simulando deformità o malattie, in modo fraudolento per destare pietà.

Una legge del 1999, appunto, abrogava l'art. 670 e da allora mendicare in luogo pubblico non è più punito con l'arresto.

Da Poveri ma belli a Generazione 1000 euro

poveri-ma-belli (35K)

Il film Poveri ma belli (1957) raccontava le storie di due coppie di giovani ragazzi romani che si arrangiavano con pochi mezzi, ma comunque con un lavoro e un salario. C'erano state due guerre mondiali e il Paese, unito da neanche un secolo, era da costruire e da ricostruire.

Dopo il boom economico, gli anni Settanta e gli anni Ottanta, la povertà in Europa occidentale sembrava sconfitta, ma lo sembrava soltanto.

full-monty (12K)

Per esempio, nel film Full Monty (1997) alcuni uomini inglesi non riuscendo a trovare un'occupazione si reinventavano spogliarellisti. Il film si ispirava agli squilibri economici e sociali che seguivano le politiche di Thatcher in Inghilterra; però, è stata la liberazione dall'imbarazzo dello spogliarello al maschile a favorire il successo di pubblico del film in Italia e non il racconto di uno spaccato sociale profetico per molti in Europa.

generazione-1000-euro (28K)

Il disagio giovanile in Italia è diventato un tema di discussione dopo l'arrivo dell'Euro e dopo la crisi economica, quando non bastavano più neanche il prezioso aiuto dei genitori e il permanere dei giovani nella casa paterna fino oltre i trent'anni. Per qualcuno i giovani erano bamboccioni, per altri erano schizzinosi e choosy. Il film Generazione 1000 euro (2009) descriveva il fenomeno.

Mi può aiutare per favore? Sono italiana

Alcuni giorni fa mi trovavo in un piccolo centro di provincia dove si preparava un evento di festa. Per strada venivo fermato da una donna che mi chiedeva titubante se potessi aiutarla. Avuta la mia attenzione, la donna mi chiedeva due euro. Era costretta a farlo, a suo dire, perché non aveva un lavoro e non riusciva a trovarlo.

Mi colpiva il suo specificare di essere proprio di quel luogo e di essere italiana.

Quando non sei tu a rifiutare la società (per esempio, decidendo di vivere senza fare la spesa, o di isolarsi in qualche eremo, o di annullarsi con droghe, alcol, videopoker ecc.), ma è la società che ti rifiuta negandoti un lavoro fino a distruggerti, allora specificare di essere italiano suona come un monito: se è successo a me, può succedere anche a te.

Inoltre, segnala l'abitudine di pensare ai mendicanti solo stranieri e presentarsi come un cittadino italiano bisognoso di carità deve sconcertare. Se lo straniero può essere ignorato senza sentirsi in colpa o perché c'è il racket dei mendicanti, o perché non c'è fiducia, o perché la sua condizione da miserabile non potrà mai cambiare, per un connazionale è diverso.

C'è chi se ne approfitta

Come fare a fidarsi e allungare una moneta a chi te la chiede? Non lo so. Purtroppo molte situazioni ci insegnano a non avere fiducia: finti ragazzi delle comunità con la vendita di cartoline o di penne, sedicenti volontari con moduli da firmare contro la droga o contro la caccia, nomadi che si fingono storpi, alcolisti o drogati in cerca di soldi per stordirsi ecc.

Fino a un paio di anni fa mi capitava di incontrare una donna che chiedeva la carità travestita da fantasma, con addosso un lenzuolo bianco, la faccia dipinta di bianco e una parrucca bianca. Tante volte l'ho incontrata e non ho mai incrociato il suo sguardo perché la schivavo.

Sono un caso diverso gli artisti di strada. Una volta mi trovavo a Salisburgo e nel centro storico alcuni musicisti suonavano Mozart con il cestino per le offerte dei passanti. Qualcuno aveva lasciato 50 euro, altri solo qualche moneta.

Dettagli: Blog · 21/05/2018 · 71 view

About me

Sono Antonio Picco e mi piace commentare le dinamiche di Twitter e di Facebook, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari, ma parlo anche di musica e tv.
On-line dal 2003. Memorabile.
Su Wikipedia sotto la voce di sito internet superfighissimo.