Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Blog > Twitter e la censura. La libertÓ di espressione comporta limiti e responsabilitÓ

Twitter e la censura. La libertÓ di espressione comporta limiti e responsabilitÓ

The open exchange of information can have a positive global impact ů almost every country in the world agrees that freedom of expression is a human right. Many countries also agree that freedom of expression carries with it responsibilities and has limits

Come annunciato in un post sul blog, twitter - il popolare social network che arriva pi¨ veloce dei tradizionali media in tutto il mondo col suo carico di news - rivede il concetto di libertÓ di espressione, riconoscendo che in moltri paesi, paragonati ad altri, la libertÓ di espressione comporta responsabilitÓ e limiti. Tra questi paesi ci sono anche la Francia e la Germania.

Twitter, si legge, ha introdotto uno speciale filtro che applicherÓ una censura di alcuni contenuti solo nei paesi dove tali contenuti sono in contrasto con la libertÓ di espressione; ecco, che cita la Francia e la Germania dove saranno oscurati i contenuti di propaganda neo-nazista, contenuti che, invece, saranno leggibili in tutto il resto del mondo. Insomma, una libertÓ di espressione personalizzata e - sicuramente - un filtro a maglie pi¨ larghe rispetto a quello applicato in precedenza quando questi contenuti venivano censurati a livello globale.

Rimane da capire come saranno scelti questi contenuti, quali saranno le parole chiave che faranno scattare l'allarme ma dal modo in cui questi filtri opereranno si potrÓ capire molto di pi¨ sulla cultura di ogni singolo paese.

Come si pu˛ leggere qui, twitter attraverso l'indirizzo IP localizza la nostra posizione e applica il filtro del paese da dove ci siamo collegati. Attraverso il form linkato Ŕ comunque possibile impostare un paese diverso in caso di errori da parte di twitter.

Le segnalazioni per la censura sono consultabili anche qui dove sono raccolte e analizzate le segnalazioni che arrivano sia da singoli utenti, sia dai provider.

Dettagli: Blog · 27/01/2012 · 1377 view

About me

Sono Antonio Picco e mi piace commentare le dinamiche di Twitter e di Facebook, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari, ma parlo anche di musica e tv.
On-line dal 2003. Memorabile.
Su Wikipedia sotto la voce di sito internet superfighissimo.