Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Facebook, non sei più mio amico

Facebook, non sei più mio amico

Almeno su facebook, niente politica. Uno studio di NM Incite elenca i principali motivi per revocare l'amicizia su facebook: commenti offensivi, scarsa confidenza, abuso di fiducia conscio o inconscio.

facebook
Non più amici perché%
Commenti offensivi55%
Scarsa confidenza41%
Vuole vendermi qalcosa39%
Commenti deprimenti23%
Non interagisce mai20%
Troppa politica nei commenti14%
Abbiamo litigato11%
Non mi piacciono i suoi amici8%
Mi intasa la timeline6%
Fa amicizia con cani e porci6%
Non posta mai niente3%

Nell'elenco stilato dal NM Incite ritroviamo i più fastidiosi comportamenti virtuali che tutti noi conosciamo. Quando ci accorgiamo che al numero dei nostri amici ne manca uno la domanda è: chi mi ha rimosso? E allora scorriamo la lista più e più volte cercando chi manca all'appello; bisogna farlo almeno tre o quattro volte. Su twitter, ad esempio, si sono organizzati ed esistono applicazioni che ti dicono chi ti ha abbandonato risparmiandoti la fatica di scorrere tutto l'elenco. Poi, cominciamo a chiederci: perché mi ha rimosso? Beh, ora con un margine di incertezza lo sappiamo.

Ricordo lo scorso giugno il periodo del referendum quando sui social network gli amici attivisti si prodigavano nel ricordarmi di andare a votare, così da raggiungere il quorum e dare validità alla consultazione popolare. Gli appelli di varia natura erano pressanti, compreso il giorno del voto, normalmente destinato al silenzio e alla riflessione libera da pressioni, appunto. Mi sembrava strano che tutta questa gente si facesse viva il giorno del referendum mentre il giorno del compleanno, nonostante il promemoria di facebook, neanche una riga sulla bacheca. Ho ricordato loro che almeno il giorno del voto era giusto rispettare il silenzio e la segretezza del voto: inutile preoccuparsi tanto della tutela della privacy se poi dici in giro cosa voti.

Poi ci sono quelli che si iscrivono a facebook ma non postano mai niente; ti chiedono l'amicizia e poi mai un commento, una notifica, uno status... Forse a loro piace vivere la vita degli altri, guardando dal buco della serratura.
C'è differenza tra non interagire mai e non postare mai contenuti: le interazioni (commenti, like, condivisioni) generano notifiche; il postare contenuti arricchisce la timeline. Ci sono quelli che postano sempre ma non commentano mai, dimenticando che facebook è a due vie: andata e ritorno, scrivere e leggere, creare attenzione e dare attenzione.

Personalmente, quando vedo che mi manca un amico all'appello e non individuo subito chi sia, penso: in fondo, se neanche mi sono accorto che mancava il tuo nome ma ho dovuto pensarci e ripensarci, vuol dire che di te proprio non me ne fregava niente.

Dettagli: 22/12/2011 · 1903 view

About me

Sono Antonio Picco. Ogni tanto pubblico qualcosa qui, non più tanto spesso, ma mai per caso. Lo faccio dal marzo del 2003.
Da allora, ho mantenuto lo stesso approccio al Web, nonostante gli effetti nocivi che la società ha riversato sulla Rete in modo entusiastico e incontrollato.
Pubblico delle narrazioni e non delle confessioni, come invece ci chiedono di fare i social network.
Scrivo soprattutto per commentare le dinamiche del Web e dei social network, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari e il desiderio obbligatorio di spettacolarizzazione dell'osceno che deve piacere anche a te, se già piace a tutti gli altri.