Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Per chi odia i meme, ecco a voi il meme dei tu no

Per chi odia i meme, ecco a voi il meme dei tu no

TU-NO-MEME (13K)

Attenzione! C'è un nuovo tipo di meme da riconoscere ed evitare: il tu no meme.

Il nuovo meme

Mentre qualche anonimo spende le ore su internet a commentare con un autobiografico fatti una vita sociale sotto ai post scritti dagli altri, gli instancabili amministratori di pagine Facebook esaltatamente ignoranti scoprono una nuova vena creativa da cui attingere per realizzare meme da condividere.

In questo inizio estate, caldo come dovrebbe essere, il nuovo e già vecchio ed esausto fenomeno del Web è il meme del Tu no.

Ne ho visto uno, il primo, nella mia home di Facebook e non capivo. Poi, ne ho visto un altro e un altro ancora. Allora ho capito che le vesciche purulenti dei compulsivi dei meme avevano infettato tutto il Web.

Un esempio

Visto uno, visti tutti. Questo esempio proviene da Facebook, da una delle pagine specializzate in meme che io non seguo e non seguirò mai.

tu-no-meme-esempio (65K)

Da dove viene il male?

La rapida ricerca di tu no meme su Google restituisce come primi risultati dei siti in lingua spagnola, secondo i quali l'origine del male è nella pagina Facebook di Netflix. L'idea ha portato una breve ventata di novità e - come la corrente del Golfo - ha lambito altre pagine Facebook inutili e i meme simili si sono replicati.

Vale il seguente principio:

Se non puoi essere il primo, cerca - almeno - di non essere secondo a nessuno.

In altre parole, le dinamiche sui social network fanno emergere l'automatismo perverso e triste dell'imitazione per essere ordinario, invece di essere unico.

L'idea di un meme con uno scacchiere di foto e al centro la foto con il tu no, per escludere da una serie di figure a tema quella detestata, poteva venire a tutti, ma è venuta per prima solo a uno. Gli altri, poi, si sono adeguati.

Aspettiamoci il peggio, ma passerà

Tenetevi pronti a vedere scorrere sulle pagine dei social network mille altri meme simili. Ci saranno le facce dei personaggi del Web, gli eroi dei cartoni animati, parti di corpi nudi, calciatori e squadre di calcio fino a quando questo tipo di meme sparirà nel buio del fondo dell'album con le foto pubblicate.

Che cosa possiamo fare?

Su Facebook ci sono solo meme e non c'è tregua a questo gocciolare denso di traffico dati.

Non cliccare mi piace quando vedi un meme come questi.

Non condividere o postare meme come questi.

Smetti di seguire le pagine che pubblicano solo meme, in generale.

Dettagli: 21/06/2017 · 676 view

About me

Sono Antonio Picco e mi piace commentare le dinamiche di Twitter e di Facebook, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari, ma parlo anche di musica e tv.
On-line dal 2003. Memorabile.
Su Wikipedia sotto la voce di sito internet superfighissimo.