Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Blog > Come fanno le twitstar ad avere tanti RT

Come fanno le twitstar ad avere tanti RT

automenzionarsi-per-rt (24K)

Un trucco usato dagli esperti di social media per avere tweet con tantissimi RT.

Your attention, please

Ti capita di comporre un tweet, di postarlo ma di vederlo perdersi nel disinteresse generale e finire alla deriva della timeline, che scorre inesorabile. Non ottieni neanche una stellina e ci rimani male.

Come fare perché quel tuo messaggio nella bottiglia non finisca in fondo al mare?

La linea blu

Da qualche tempo, Twitter ha introdotto la linea blu per seguire le conversazioni, cioè una grafica particolare che ripropone sulla tua timeline il tweet che ha generato una o più mention.

Per funzionare, le mention al tweet di partenza devono provenire da persone che tu stesso segui. Così, se segui già l'utente X, quando X si automenziona in coda a un suo tweet, il tweet ricompare magicamente sulla tua timeline.

Guarda quanti RT

Inoltre, Twitter ti mostra anche quante interazioni ha già ricevuto quel tweet: nell'esempio tratto da una storia vera, il tweet ha ricevuto già 33 RT e 46 preferiti; tu, che fai, non lo fai un RT al follow tuo? Poi, lui ci rimane male.

In tanti gli hanno anche lasciato un commento ma lui niente, non risponde mai ai suoi follower: lui risponde solo a se stesso per riproporti i suoi tweet, con la stessa arroganza della peperonata mangiata ieri a pranzo.

RT da ruminazione

Ho notato il trucco da un follower, che mi seguiva. Lui con oltre 70000 follower, bio in inglese, nella foto profilo fa la ruota come un pavone, si definisce esperto di una qualche cosa.

Lui è solito riproporre i suoi tweet con questo trucco e vedevo che, così facendo, accumulava RT. Li ho chiamati RT da ruminazione, come l'abitudine che hanno le vacche di rigurgitare nella propria cavità orale il mangime che hanno già masticato, per rimasticarlo ancora.

Smetti di seguire

Non trovando più interessante i suoi tweet, ho smesso di seguirlo.

Trovavo, inoltre, estremamente irritante che non rispondesse mai (mai!) a chi lo menzionava ma rispondeva solo a se stesso, per riproporre ai follower il suo tweet una, due, tre, dieci volte.

Twitter invita ad unirsi alla conversazione e non ad accumulare RT. Ho smesso di seguirlo; poco dopo, lui ha ricambiato.

Se anche voi avete in timeline questi RT da ruminazione, vi invito a fare altrettanto.

Dettagli: Blog · 19/07/2015 · 1236 view

About me

Sono Antonio Picco e mi piace commentare le dinamiche di Twitter e di Facebook, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari, ma parlo anche di musica e tv.
On-line dal 2003. Memorabile.
Su Wikipedia sotto la voce di sito internet superfighissimo.