Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Torna il Karaoke in tv e senza televoto e giudici

Torna il Karaoke in tv e senza televoto e giudici

258-karaoke-italia-1 (15K)

Il ritorno del Karaoke su Italia 1 con Pintus e senza le contaminazioni delle cattive abitudini televisive degli ultimi anni.

Il nuovo Karaoke

Il nuovo Karaoke di Pintus è come il vecchio Karaoke di Fiorello: stessa rete, stessa formula, stesso orario. Così, poco prima delle 20 su Italia 1, parte la mezz'ora di esibizioni e di esibizionismi canori. Cambiano i vestiti e le facce degli spettatori che dietro il palco allungano il collo per essere inquadrati mentre con la mano portano in alto il telefonino per fare una foto o un video, cose impensate negli anni 90. Oggi, i ragazzi hanno tutti la barbaccia da hipster, le sopracciglia rifatte e gli occhiali con la montatura spessa, mentre vent'anni fa si andava in piazza a cantare con Fiorello con giubbotti fluorescenti, jeans sfrangiati e la permanente ai capelli.

Il palco e il pubblico

Di solito, chi si esibisce in tv lo fa davanti al pubblico in sala, se presente. Al Karaoke, il pubblico è dietro ai concorrenti sul palco. Al Karaoke, il pubblico in piazza è anche presenza scenica e non giudica chi canta perché anche chi canta è qualcuno del pubblico.

L'invenzione del Karaoke è stata quella di ruotare di 180 gradi le telecamere per inquadrare in una volta il pubblico che diventa così evento televisivo. Invece, i talent show che siamo - purtroppo - abituati a subire portano gente del pubblico sul palco e trasformano anonime comparse in personaggi di finta fama mondiale.

Niente televoto da casa

Del Karaoke mi piace che nessuno abbia pensato di introdurre il televoto da casa, con sms, telefonate da fisso, codici, costi e tariffe comunicati gratuitamente.

E nessun giurato che dica sì o no

Che bello poter sentire qualcuno cantare senza la solita, obsoleta, pesante triade di giudici che armati di pulsantone e diritto di parola devono dare un giudizio su ciò che hanno appena visto. Il concorrente canta metà canzone e come arriva sul palco, così se ne va.

I giudici televisivi, dove ci sono, rovinano lo spettacolo pretendendo essi stessi di fare spettacolo perché spesso non giudicano l'esibizione ma chi si è appena esibito.

Copiate il Karaoke!

Gli autori televisivi dovrebbero copiare dal Karaoke l'arte del togliere: togliere il televoto, togliere i giudici, togliere il pubblico parlante e soprattutto togliere i casi umani.

Per l'immagine, fonte: internet.

Dettagli: 07/04/2015 · 1282 view

About me

Sono Antonio Picco. Ogni tanto pubblico qualcosa qui, non più tanto spesso, ma mai per caso. Lo faccio dal marzo del 2003.
Da allora, ho mantenuto lo stesso approccio al Web, nonostante gli effetti nocivi che la società ha riversato sulla Rete in modo entusiastico e incontrollato.
Pubblico delle narrazioni e non delle confessioni, come invece ci chiedono di fare i social network.
Scrivo soprattutto per commentare le dinamiche del Web e dei social network, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari e il desiderio obbligatorio di spettacolarizzazione dell'osceno che deve piacere anche a te, se già piace a tutti gli altri.