Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > In tv la pubblicità del Natale inizia sempre prima

In tv la pubblicità del Natale inizia sempre prima

natale-2014 (50K)

Se solo potessero, i pubblicitari cambierebbero data al Natale; siccome non possono, ce lo fanno vivere mesi prima con gli spot natalizi già da fine ottobre.

Gemmea l'aria, il sole così chiaro che tu ricerchi gli albicocchi in fiore però a Novembre non si sente più nel cuore l'odorino amaro del prunalbo bensì quello di panettoni e pandori sistemati sugli scaffali al supermercato. Quest'anno ho visto i primi panettoni lo scorso 18 ottobre in un Lidl, ancora da prezzare. Il giorno dopo Halloween in tv sono partiti gli spot, sia quelli con le offerte di Lidl, sia lo spot di Ikea.

Come vedere qui, dal 3 novembre, cioè a 52 giorni dal Natale, nei punti vendita Lidl si possono comprare le decorazioni per l'albero, le luminarie e i dolci tipici che fanno ingrassare da Natale a Capodanno e da Capodanno a Natale, fino all'esaurimento delle scorte a casa.

Per Ikea, come si legge qui, il Natale è una casa con i bambini e un cane attorno all'albero; però, lo spot in onda dal 2 novembre gioca decisamente in anticipo.

Negli ultimi anni l'inizio della celebrazione mediatica del Natale è cominciata sempre prima, però se tra Santo Stefano e Capodanno cercate un panettone al supermercato difficilmente ne troverete uno. I panettoni escono di scena il 24 dicembre. Dieci o più anni fa, al contrario, i panettoni erano venduti - a prezzo ridotto - fino a febbraio.

La domanda è: lo spot natalizio così in anticipo risponde a una domanda del pubblico o la genera?
Naturalmente, la pubblicità serve a generare la domanda, perché dove la domanda già c'è, la pubblicità serve a poco. Allora, si può pensare che sempre di più la pubblicità voglia regolare i nostri ritmi di vita proponendo non solo un prodotto da comprare ma anche uno stile di vita da assumere, per essere tutti uguali e comprare tutti le stesse cose.

Il 3 novembre viviamo il Natale nella pubblicità perché dobbiamo avere voglia di panettone, regali e cenoni: così la pubblicità controlla le nostre vite.

La citazione iniziale è tratta da Novembre di Giovanni Pascoli; per l'immagine, fonte: morguefile.com

Dettagli: 03/11/2014 · 2332 view

About me

Sono Antonio Picco. Ogni tanto pubblico qualcosa qui, non più tanto spesso, ma mai per caso. Lo faccio dal marzo del 2003.
Da allora, ho mantenuto lo stesso approccio al Web, nonostante gli effetti nocivi che la società ha riversato sulla Rete in modo entusiastico e incontrollato.
Pubblico delle narrazioni e non delle confessioni, come invece ci chiedono di fare i social network.
Scrivo soprattutto per commentare le dinamiche del Web e dei social network, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari e il desiderio obbligatorio di spettacolarizzazione dell'osceno che deve piacere anche a te, se già piace a tutti gli altri.