Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Daverio ai Colonos: l'Italia è un Paese di merda ma si sta benissimo

Daverio ai Colonos: l'Italia è un Paese di merda ma si sta benissimo

daverio-2014 (20K)

Il miglior pubblico possibile aspetta Philippe Daverio ai Colonos di Villacaccia di Lestizza per parlare di come la creatività ci salverà dalla crisi.

Ancora la crisi

Se ne parlava anche due anni fa nello stesso posto di come uscire dalla crisi e ad oggi non ne siamo usciti. Non è facile e la crisi - spiega Daverio - non è un buco ma è un tunnel da cui si esce. Ci facciamo coraggio citando Einstein quando diceva che Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose e che la crisi è la più grande benedizione. Per capire cosa sia la crisi possiamo sfogliare il dizionario etimologico, oppure - propongo io - possiamo percorrere 30 km di Pontebbana e contare le attività che in questi anni hanno chiuso.

La creatività per rompere gli schemi

La creatività è la soluzione per rompere gli schemi e dare agli eventi un corso inatteso. Daverio cita le 3T proposte da Richard Florida di EurActive per l'approccio alla creatività: talent, technology and tolerance. Il talento e la tecnologia per Daverio hanno già in passato dimostrato di esser una buona traccia per innovare e rompere gli schemi di un destino che ci porta verso situazioni critiche.

Noi in Italia abbiamo le 4F

Noi italiani, poi, abbiamo un'intelligenza innata nei polpastrelli delle dita e al tatto siamo in grado di dire al più potente architetto cinese che le costose poltrone in legno e cuoio che ha nel suo lussuoso studio sono di pessima qualità se paragonate alle poltrone made in Italy. Daverio non ha mai utilizzato la dicitura eccellenze italiane e ne sono stato piacevolmente sorpreso, anche perché la dicitura mi risulta ormai abusata e obsoleta.

Noi in Italia abbiamo le 4F, in risposta alle 3T, e cioè: food, fashion, furniture e Ferrari. Queste 4F sono sufficienti per adottare una nuova politica di propaganda di fede verso i nostri prodotti nei nuovi mercati, anche senza la quinta F che manca all'elenco.

L'Italia

Ancora una volta, Daverio rimprovera a noi giovani di non fare la rivoluzione, che non è da intendersi come violenta ribellione ma come un atteggiamento di rottura degli schemi e la pretesa di avere voce in capitolo. Dopo tutto, dice Daverio, l'Italia è un Paese di merda ma in nessun altro posto si sta bene come da noi.

250820141416 (34K)

Ringrazio Philippe Daverio per la foto insieme e spero di ritrovarlo il prossimo anno ai Colonos.

Dettagli: 25/08/2014 · 1708 view

About me

Sono Antonio Picco. Ogni tanto pubblico qualcosa qui, non più tanto spesso, ma mai per caso. Lo faccio dal marzo del 2003.
Da allora, ho mantenuto lo stesso approccio al Web, nonostante gli effetti nocivi che la società ha riversato sulla Rete in modo entusiastico e incontrollato.
Pubblico delle narrazioni e non delle confessioni, come invece ci chiedono di fare i social network.
Scrivo soprattutto per commentare le dinamiche del Web e dei social network, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari e il desiderio obbligatorio di spettacolarizzazione dell'osceno che deve piacere anche a te, se già piace a tutti gli altri.