Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Internet e i blogger in Italia

Internet e i blogger in Italia

Su internet ci sono i blogger, dicono ogni tanto in tv quando per trovare notizie di cui parlare le attingono da Twitter o da Facebook. I blogger creano opinione, commentano, esprimono pareri autorevoli nella misura dei loro follower o dei like. I blogger creano contenuti virali che gli altri condividono fino a consumarli e trascinarli nel cestino dello spam. Quanti sono questi blogger? Quale peso hanno?
I dati pubblicati da Eurostat permettono di fare una stima sull'esercito dei blogger e anche un confronto con gli altri paesi dell'Unione.

Dal 2006 al 2012 è cresciuto il numero di chi ha accesso a internet con banda larga (dove il servizio è disponibile); vediamo alcuni paesi:

Famiglie con accesso a internet banda larga %
Paese200620092012
Italia163955
Germania346582
Francia306377
Spagna295167
Grecia43351
Svezia517987

L'Italia è lontana dalle percentuali di Germania e Svezia, ma risulta vicina alla Grecia che, però, ha recuperato alla grande passando dal 4% delle famiglie che nel 2006 avevano accesso a internet tramite banda larga al 51% nel 2012. In sintesi, le condizioni di Italia e Grecia nel 2012 sono circa quelle di partenza della Svezia nel 2006.

Eurostat dice anche quali siano state le attività prevalenti degli utenti negli ultimi tre mesi del 2012, includendo anche quanti hanno creato un blog o un proprio sito internet. Vediamo un po' di numeri:

Utenti che hanno creato un blog negli ultimi tre mesi %
Paese%Utenti con
banda larga %
Blogger % (stima)
Italia6553,3
Germania8826,6
Francia7775,4
Spagna12678,0
Grecia10515,1
Svezia11879,6

Nell'ultima colonna ho riportato una stima grossolana sul numero di blogger nei paesi considerati: ad esempio, in l'Italia il 55% delle famiglie ha un accesso a internet con banda larga e il 6% di questi negli ultimi tre mesi si è dedicato al suo blog; quindi, solo il 6% di questo 55% costituisce il numero stimato di blogger italiani. Il risultato per l'Italia - col 3,3% - è il più basso tra i paesi considerati persino più basso, anche se di poco, della Grecia, forte della spinta della banda larga di internet che è ancora qualcosa di nuovo.

Questa stima del 3,3% non fa dei blogger una fonte autorevole e non sono neanche abbastanza per fare opinione, considerando che tra questi ci sono i blogger saltuari, che non fanno per scelta opinioni e commenti sull'attualità, o che non sono attivi con costanza. Chiunque abbia la minima esperienza di internet avrà, infine, notato come i contenuti pubblicati dai blogger siano spesso un copia incolla da altre fonti, senza aggiungere nulla di nuovo al panorama dell'informazione in Italia.

Dettagli: 23/12/2012 · 1292 view

About me

Sono Antonio Picco. Ogni tanto pubblico qualcosa qui, non più tanto spesso, ma mai per caso. Lo faccio dal marzo del 2003.
Da allora, ho mantenuto lo stesso approccio al Web, nonostante gli effetti nocivi che la società ha riversato sulla Rete in modo entusiastico e incontrollato.
Pubblico delle narrazioni e non delle confessioni, come invece ci chiedono di fare i social network.
Scrivo soprattutto per commentare le dinamiche del Web e dei social network, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari e il desiderio obbligatorio di spettacolarizzazione dell'osceno che deve piacere anche a te, se già piace a tutti gli altri.