Le parole sono di tutti e le opinioni si condividono

Cerca per parola:  

Sei qui: Home > Keith Haring The 10 Commandments a Udine. Nel 2012 la gente desidera le stesse cose come nel 1985... e un iphone

Keith Haring The 10 Commandments a Udine. Nel 2012 la gente desidera le stesse cose come nel 1985... e un iphone

Italiano | English

zoom

Siamo nel 1985 quando Keith Haring dipinge le dieci enormi tele The Ten Commandments a Bordeaux in Francia. Come Haring stesso dice in un'intervista, non ha rappresentato i comandamenti così come li leggiamo nella Bibbia ma le tele interpretano i comandamenti in senso metaforico, secondo immagini universalmente riconosciute e riordinate come la sua propria immaginazione gli suggeriva di fare. Questa è la pop-art: immagini universalmente riconosciute, come il logo della Coca Cola o di Google, al giorno d'oggi.

Nel 1985, Ronald Reagan era presidente degli Stati Uniti; Michael Jackson e Lionel Richie cantavano We Are the World; Sting, Madonna, Phil Collins, gli U2 e altri si esibivano ai Live Aid, concerti a scopo benefico per dare un aiuto concreto alle popolazioni africane colpite da carestia.
Guarda come Haring rappresentava l'operato degli Usa per l'Africa nel 1985.
La tv trasmetteva immagini di guerra nel mondo, di povertà e di ingiustizie; l'idea di non rubare, quindi, non poteva ridursi al precetto morale che si insegna ai bambini: erano davanti agli occhi di tutto il mondo le immagini delle conseguenze che i peggiori comportamenti umani stavano causando ad altri umani e al mondo stesso, al di là della visione etica e morale della religione cristiana. Nel 1971 Haring aveva 13 anni e scriveva:

Life isn't just front page news, murder, crime, killing.
Life can be lived. Lived, loved, enjoyed.

Cioè, sui giornali - che lui distribuiva ogni mattina, secondo i biografi - in prima pagina ci sono omicidi, crimini e violenza ma la vita può essere vissuta ugualmente, vissuta, amata e goduta.

Come Haring stesso annota sulla tv nel suo diario nel 1979,

Is television making us all more aware of aesthetic seeing, can we all see special things and are we all artists?

la televisione negli anni Ottanta ha non solo smosso il nostro senso estetico ma anche le nostre coscienze; lo stesso presidente degli Usa, Ronald Reagan, era stato un volto televisivo prima di abitare alla Casa Bianca.

zoom

La gente desidera una bella casa, una nuova tv, un'automobile, sesso e soldi; oggi Haring avrebbe aggiunto anche iphone e ipad ma nel 1985 non c'erano. C'era, invece, il computer che sul monitor ha stampato il numero 6.

zoom

Haring usa il colore rosso per indicare il maligno, l'inferno, la negatività; il dollaro e la tv sono i nuovi idoli da venerare mentre la Chiesa - rappresentata dalla croce - è manipolatrice e dominatrice, alla quale l'uomo si attacca (come un bambino a un biberon o a mimare del sesso orale, ad esempio) con rassegnazione, non obbligato ma neanche compiaciuto.
Haring usa immagini universalmente riconosciute e, infatti, una delle tele mi ricorda l'allegoria dell'invidia di Giotto alla Cappella degli Scrovegni a Padova: il maligno è un serpente che esce dalla bocca pronto a iniettare veleno.

zoom

La tela The Marriage of Heaven and Hell mi ricorda il Giudizio Universale, sia quello famoso di Michelangelo alla Cappella Sistina ma anche quello di Giotto alla Cappella degli Scrovegni: angeli e demoni, anime buone e anime cattive - entrambi con le ali - si muovono in secondo piano ripetto all'immagine della mano che dall'alto scende e incontra l'altra mano che fa il gesto delle corna e sale dal basso. Un anello li unisce in matrimonio.

Informazioni

  • Titolo della Mostra: Keith Haring, Extralarge;
  • Location: ex chiesa di San Francesco a Udine;
  • Durata: 02/Sept/2012 - 15/Feb/2012;
  • Web: biancoeneroudine.com

The 10 Commandments by Keith Haring in Udine (Italy). In 2012, people covet what they did in 1985... and an iPhone

Keith Haring painted The Ten Commandments in 1985 when he was in Bordeaux (France). As Haring said in an interview, he didn't represent the commandments as we can read on the Bible, but he combined the traditional Biblical interpretation with his own vision; he used images universally recognized and arranged them as his own imagination told him to do. That is pop-art: universally recognized images, just like the Coke logo, or Google, nowadays.
In 1985, Ronald Reagan was the president of the United States of America; Michael Jackson and Lionel Richie sang
We Are the World ; Sting, Madonna, Phil Collins, the U2 and many others performed at Live Aid, the concerts organized to raise funds for the poor African people. Here you can see the way Haring looked at what Usa made for Africa: Usa for Africa, 1985.
The TV broadcast images of war in many countries of the world, poverty and injustice; the commandment Do Not Steal could not be reduced to the moral precept that is taught to children: just turning the tv on, everybody in the world could see the consequences of the worst human behavior, beyond the ethical and moral vision of the Christian religion. In 1971, Haring was 13 years old and wrote:
Life isn't just front page news, murder, crime, killing. Life can be lived. Lived, loved, enjoyed.
In 1979, Haring wrote about tv:
Is television making us all more aware of aesthetic seeing, can we all see special things and are we all artists? Television in the 80s has not only moved our aesthetic sense but also our conscience. The president Reagan himself was an actor.
People covet other people's goods: a beautiful house, a new tv, a car, sex and money. Nowadays Haring would have put also an iphone or an ipad but no iphone and ipad in 1985. We could find, instead, a personal computer: wondering why there is the number 6 on the monitor.
The colour red is the Evil; tv and dollar are the new God while Church - the Cross in the painting - is something people use to tie to, like a baby to a feeding bottle (it reminds even other things such as oral sex, I guess); people must submit to God's will or to Church's will: people neither hate or like that, they just do it because they're are used to doing that.
Haring used images universally recognized and this painting reminds me the Allegory of Envy by Giotto at the Scrovegni Chapel in Padova: the Evil is a snake that gets out of people's mouth to inject its venom.
The Marriage of Heaven and Hell reminds me The Last Judgment by Michelangelo at Sistina Chapel in Roma or the one by Giotto at Scrovegni Chapel in Padova: angels and devils, good and bad souls - both of them have wings - move at the back while the hand of the Heaven comes from the sky and the hand of the Hell comes from the ground. With a ring ther are now just married.

09/09/2012 - Questo post è stato condiviso su twitter dalla the Keith Haring Foundation.
This post has been shared on twitter by the Keith Haring Foundation.

Dettagli: 03/09/2012 · 3693 view

About me

Sono Antonio Picco. Ogni tanto pubblico qualcosa qui, non più tanto spesso, ma mai per caso. Lo faccio dal marzo del 2003.
Da allora, ho mantenuto lo stesso approccio al Web, nonostante gli effetti nocivi che la società ha riversato sulla Rete in modo entusiastico e incontrollato.
Pubblico delle narrazioni e non delle confessioni, come invece ci chiedono di fare i social network.
Scrivo soprattutto per commentare le dinamiche del Web e dei social network, i discorsi impegnati, gli spot pubblicitari e il desiderio obbligatorio di spettacolarizzazione dell'osceno che deve piacere anche a te, se già piace a tutti gli altri.